FAQ

Nulla. Il corso di formazione così come la divisa e l'assicurazione sono a carico dell'associazione.
Ti basterà dedicarci un pò di tempo e buona volontà.
Si, per garantire un servizio di qualità abbiamo bisogno di personale quindi ti chiediamo di garantire almeno quattro turni al mese. Puoi scegliere Tu se preferisci coprire il 118 o gli ordinari in sede.
La parola stessa volontario sta a significare che il servizio che svolgi è gratuito. Sono comunque previsti un rimborso chilometrico delle spese di viaggio per raggiungerci e il rimborso dei pasti che consumi durante il tempo che dedichi alla Croce.
Puoi diventare ugualmente volontario ma potrai trasportare solo i pazienti dializzati.
No, vale presso qualunque Pubblica Assistenza associata ANPAS del Piemonte.
Quello che andrai a fare è soccorrere persone che già sono infortunate. Non vorrai peggiorare la situazione??
Per quanto riguarda il 118 si fanno tre turni: mattino 06.30-13, pomeriggio 13-20, notte 20-06.30. Di solito c'è l'abitudine di arrivare mezz'ora prima al cambio delle 13 e delle 20.
Per quanto riguarda i viaggi ordinari in sede dipende molto dal servizio che vai a coprire, comunque indicativamente la giornata è suddivisa così: mattino 08-13, pomeriggio 13-18, notte 18-08. Se abiti a Ceva la notte in sede la puoi fare anche da casa.
Se hai dato la disponibilità, si. Se per qualche grave motivo non puoi prendere servizio o sarai in ritardo devi avvisare tempestivamente per dare modo a chi è in sede di sostituirti.
Devi essere soccorritore (o volontario per le dialisi) e avere la patente B da almeno tre anni. Ti verrà praticato un breve tirocinio al termine del quale potrai diventare autista.
TORNA SU